Brevi note e caratteristiche sui I filler riassorbibili

I filler riassorbibili, facilmente tollerati dall’organismo, vengono utilizzati dal medico estetico sia per riempire le rughe riducendone la profondità, sia per l’aumento del volume delle zone depresse con un effetto temporaneo che varia dai 4 a 12 mesi a seconda del prodotto utilizzato e della zona trattata.

Il filler intradermico riassorbibile maggiormente utilizzato è a base di acido ialuronico, trattato per poter permanere più a lungo nel derma attraverso un processo detto di crosslinking.

Nell’immagine seguente si mostrano le più evidenti modificazioni strutturali del viso nell’invecchiamento:

  • Riassorbimento di ossa e tessuti molli

  • Perdita di prominenza degli zigomi e discesa del grasso malare

  • Riduzione del tessuto adiposo malare

  • Accentuazione delle pieghe nasolabiali

  • Accentuazione del solco lacrimale

  • Perdita di linearità della linea mandibolare

  • Perdita di volume e forma delle labbra

  • Appiattimento degli archi naturali e della pienezza del viso non correggibile con trattamenti di superficie

Oggi è possibile intervenire attraverso tecniche mirate di anti-aging, non solo per mitigare e ridurre gli effetti dell’invecchiamento ma anche per correggere gli inestetismi del volto, evitando invasivi interventi chirurgici attraverso l’utilizzo di dispositivi medici quali i filler a base di acido ialuronico crosslinkato, il botulino, i biostimolanti, i peelings e i fili riassorbibili di bioristrutturazione e di trazione .

L’immagine seguente esemplifica i principali campi applicativi.

I principali campi applicativi nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo con filler riassorbibili si possono sintetizzare nella correzione delle rughe, solchi e depressioni dei distretti superiore, medio ed inferiore del viso e nel loro ripristino volumetrico al fine di ottenere una armonia tridimensionale del volto.

Le tecniche di applicazione dipendono dal materiale, dalla sua concentrazione, dal tipo di correzione e dal piano infiltrativo.

Considerando che gli attuali filler sono dotati nella loro composizione di anestetici a base di lidocaina, la maggior parte degli impianti può essere eseguita senza alcuna anestesia locale.

Tuttavia in alcune zone come labbra, regione periorale, ala del naso, la sensibilità è maggiore ed è quindi consigliabile l’uso di anestetici.

Nell’anestesia locale topica si utilizza una crema anestetica a base di lidocaina, prilocaina od altri anestetici, che viene applicata un ora prima del trattamento sulla regione interessata, coprendola con bendaggio occlusivo.

Nelle immagini seguenti si evidenziano alcuni dei risultati ottenuti.

Correzione solchi naso-genieni e aumento volumetrico delle labbra

Trattamento rughe glabellari, aumento volumetrico della zona zigomo-malare, aumento volumetrico delle labbra, solchi naso-genieni e genio-mentali